Vinitaly, è record di presenze di espositori

vinitaly

Vino ed olio, due eccellenze del made in Italy agroalimentare. A Vinitaly è stato presentato il rapporto Outlook Vino 2020 e la campagna istituzionale sull’olio extra vergine

La 51° edizione del Vinitaly, lo storico Salone internazionale del vino che si svolge ogni anno a Verona, sta già delineandosi come un grande successo: sono presenti infatti circa 4300 aziende espositrici, il 4% in più rispetto alle edizioni precedenti, a conferma dell’importanza del business del vino che in Italia produce un fatturato superiore agli 11 miliardi, di cui 5,6 vengono dall’export.

Ismea presenta al Vinitaly 2017 ”Outlook Vino 2020”

Nell’ambito delle manifestazioni organizzate all’interno della kermesse, Ismea ha presentato il rapporto “Outlook Vino 2020” sullo sviluppo e i cambiamenti nel mercato di settore. Secondo i dati elaborati dall’Istituto si prospetta una crescita (+2,4%) della produzione mondiale e in questo contesto risulta evidente il posizionamento strategico dell’Italia, con la conferma della leadership come primo paese produttore al mondo e un aumento delle esportazioni del 10%.

Gli interventi di Martina e Olivero

”I dati di Ismea – ha evidenziato il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina – mettono in luce il lavoro fatto nel settore e per questo è fondamentale proseguire il percorso intrapreso con investimenti mirati e ulteriori semplificazioni per valorizzare ancora meglio le nostre imprese. La crescita delle esportazioni e il primato mondiale nella produzione confermano le grandi potenzialità di un settore che, in Italia come all’estero, è sinonimo di eccellenza e qualità”.

Il Vice Ministro Andrea Olivero ha manifestato piena soddisfazione per i risultati raggiunti dal nostro Paese nel settore vitivinicolo: ”L’Italia crede nel vino, crede nella cultura del vino e con questa convinzione dobbiamo lavorare alla crescita del settore per essere all’altezza di questa sfida e imprimere ulteriori accelerazioni. Il risultato raggiunto dall’export italiano (5,6 miliardi di euro) è significativo ed è il  frutto di una crescita straordinaria merito soprattutto dei nostri imprenditori. Siamo primi esportatori mondiali per quantità, il nostro obiettivo principale adesso è crescere anche in qualità e valorizzazione dei nostri prodotti. Con il piano per l’internazionalizzazione abbiamo lavorato per essere uniti come sistema Italia e ampliare sbocchi anche in mercati emergenti e importanti come quello cinese. Continuiamo in questa direzione nel sostenere le aziende per rafforzare la loro presenza anche nell’e-commerce”.

Presentata la campagna istituzionale sull’Olio Extra Vergine

Ma non di solo vino si è parlato a Verona. In concomitanza con l’inaugurazione del salone Sol&Agrifood, è stata presentata la campagna di comunicazione istituzionale del Mipaaf “Olio Extra Vergine. La Sua Ricchezza. La Nostra Fortuna”.

L’intento della campagna istituzionale sull’olio extra vergine è quello di promuoverne il consumo e sensibilizzare i consumatori sulla lettura dell’etichetta per conoscere le caratteristiche nutrizionali, la varietà, l’origine e la tracciabilità del prodotto.

La campagna, che partirà alla fine di aprile, avrà come testimonial gli chef Antonino Cannavacciuolo e Davide Oldani e la food blogger Chiara Maci. Intanto,
nei principali centri commerciali di molte città italiane tra cui anche Roma, Milano, Napoli, Firenze, Venezia e la stessa Verona saranno allestiti degli spazi per la degustazione.

Anche l’olio, come il vino, è uno dei simboli del made in Italy agroalimentare nel mondo, che racchiude in sé il profondo legame tra cultura, tradizione e territorio del nostro Paese.

Il ministro Martina ha ricordato che quello dell’olio è un comparto che vale 3 miliardi di euro e rappresenta il 3% del fatturato totale dell’industria agroalimentare italiana. Il piano olivicolo nazionale, appena approvato, rappresenta uno strumento per sostenere il miglioramento della produttività dal punto di vista quantitativo; sono state poi messe in campo azioni mirate e controlli capillari per continuare a garantire ai consumatori eccellenza, sicurezza e tracciabilità.

SHARE