Economia circolare, obiettivi più ambiziosi sul riciclaggio dei materiali

economia circolare

All’esame della Commissione Ambiente del Senato il pacchetto comunitario sull’economia circolare. Prioritario l’obiettivo di favorire il riciclaggio ed il riutilizzo dei materiali

Il Parlamento nazionale, in questo scorcio finale di legislatura, prosegue l’esame del pacchetto predisposto dall’Europa, sul piano d’azione per l’economia circolare.

Si tratta, nel dettaglio, di un insieme di proposte legislative, adottate dalla Commissione europea, in materia di rifiuti, con obiettivi a lungo termine e finalizzate a ridurne il collocamento in discarica aumentando, contestualmente, il riciclaggio ed il riutilizzo dei materiali.

Il ciclo di vita dei prodotti nell’economia circolare

Come messo in evidenza nel corso della relazione illustrativa dei provvedimenti comunitari davanti alla Commissione Ambiente del Senato, dal sen. Vaccari, ”al fine di creare l’anello mancante del ciclo di vita dei prodotti, è previsto anche un piano d’azione a sostegno dell’economia circolare in ogni fase della catena del valore: produzione, consumo, riparazione e fabbricazione, gestione dei rifiuti e reimmissione nell’economia delle materie prime secondarie”.

Il campo di azione è vastissimo e attiene, tra l’altro, ai settori dei rifiuti alimentari, della progettazione ecocompatibile, dei concimi organici.

I principi dell’economia circolare si stanno sempre più diffondendo all’interno della società civile e soprattutto nel settore dell’industria: basti pensare agli appalti pubblici verdi, all’utilizzo dei fondi della politica di coesione, ai progetti ecocompatibili, nonché alla possibilità di produrre energia dai rifiuti.

L’Italia e la legge sulla lotta allo spreco alimentare

A livello di legislazione nazionale l’Italia si è dotata, nel corso di questa legislatura, di una legge finalizzata a ridurre sprechi e rifiuti alimentari, mostrando la propria sensibilità sul tema.

L’Europa chiede a tutti i suoi Stati membri di mantenere alto ”lo slancio impresso dall’adozione del pacchetto di misure sull’economia circolare e dalle azioni a tutti i livelli, al fine di rendere l’economia circolare una realtà a beneficio di tutta la popolazione del vecchio continente”.

SHARE