Domenico Rossi e l’auto di servizio (nascosta)

Domenico Rossi

Il sottosegretario alla difesa è stato ripreso mentre cercava di nascondere un’auto di servizio. Il testo dell’interrogazione di Mauro Pili

Il sottosegretario alla difesa, Domenico Rossi, è stato ripreso dalle telecamere di una trasmissione televisiva mentre usava, in modo irrituale, un auto di servizio. Il deputato Mauro Pili, ha rivolta un’Interrogazione urgente al governo.

“Esibizione” di Domenico Rossi: l’interrogazione di Mauro Pili

“Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro della difesa.  Per sapere, premesso che: il sottosegretario della difesa Domenico Rossi è stato soggetto di un articolato e puntuale servizio della trasmissione le Jene dove l’esponente del Governo viene ripetutamente ripreso mentre compie delle acrobatiche peripezie per raggiungere un auto di servizio a pochi metri dalla propria abitazione; il regista immortala i passi felpati, ammortizzati dall’effetto slow motion, mentre l’esponente del Governo, generale dell’esercito, esce di casa, percorre 50 metri, scavalca la fermata del filobus, avanza altri 50 metri e poi sale sull’auto blu (grigia) che lo aspetta nascosta dentro un distributore di benzina; il Sottosegretario sale in macchina accertandosi che nessuno lo veda; attraversa Roma di qua e di là con auto e autista, sino al Ministero; questo si ripete per giorni secondo le riprese della nota trasmissione televisiva; le Jene lo seguono, ora dopo ora. E lui sempre lo stesso rituale: cento metri a piedi, distributore e poi auto blu; quando le Jene si decidono ad intervenire commenta positivamente la decisione del Presidente del Consiglio che esortava i sottosegretari a non usare auto blu; salvo poi essere clamorosamente irriso dal giornalista che gli mostra a qualche metro l’auto di servizio a cento metri da casa che lo attende nascosta nel distributore solito; il sottosegretario tenta quella che appare all’interrogante una ridicola e improbabile giustificazione; la scena, ad avviso dell’interrogante, oltre che patetica, risulta grave sul piano dell’onorabilità del ruolo ricoperto sia di esponente di Governo che di generale dell’Esercito; aver cercato di nascondere l’evidenza, aver utilizzato quelli che l’interrogante giudica maldestri quanto indecorosi stratagemmi per occultare o nascondere l’uso l’auto di servizio impongono provvedimenti esemplari: se non ritenga opportuno suggerire o favorire la naturale conseguenza di questi fatti che in qualsiasi altro Paese avrebbero portato alle spontanee dimissioni dell’esponente del Governo; se non ritenga di far conoscere il tipo di uso fatto di quell’autovettura, per quanto tempo e se lo stesso sia stato autorizzato e da chi”.

SHARE