Dispersione scolastica, 9 milioni nel triennio 2017-2019

Dispersione scolastica

La proposta arriva da un emendamento dal ddl Mezzogiorno. Le regioni del sud hanno il tasso più alto di dispersione scolastica

Una mano tesa contro il fenomeno in crescita della dispersione scolastica arriva da uno degli emendamenti del Ddl Mezzogiorno.

Tre milioni di euro annui per la dispersione scolastica

Sarà in via sperimentale, come dice la proposta di modifica che poi sottolinea che per ciascuno degli anni del triennio 2017-2019, sono destinate risorse, nel limite di spesa di euro 3.000.000 annui, per contrastare il fenomeno di dispersione scolastica nelle regioni del Mezzogiorno a maggior rischio di evasione dell’obbligo scolastico.

Risorse destinate per progetti scolastici e di didattica integrativa

Le risorse saranno destinate allo svolgimento di progetti di sviluppo della didattica integrativa da svolgere mediante l’apertura pomeridiana degli istituti scolastici con la collaborazione di associazioni senza scopo di lucro che perseguono finalità come l’aiuto allo studio, l’aggregazione giovanile e il recupero del disagio sociale.

Da dove si attingeranno le risorse?

Agli oneri previsti dal primo comma e pari a euro 3.000.000 per ciascun anno dal 2017 al 2019, si attingerà dall’accantonamento nell’ambito del programma “ Fondi di riserva e  speciale” della missione “Fondi da ripartire” relativo al Ministero dell’Economia e Finanze.

Gaia Catalani

SHARE