Banche, Consiglio di Stato blocca la riforma delle popolari

banche

Il testo rinviato alla Consulta. Sospesa la circolare di Bankitalia. Dubbio di legittimità costituzionale

Banche: stop del Consiglio di Stato alla riforma delle popolari, il testo rinviato alla Consulta. Sospesa la circolare di Bankitalia. C’è un dubbio di legittimità costituzionale.

Banche, la decisione del Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato ha sospeso la circolare della Banca d’Italia per l’attuazione della riforma delle banche popolari. Lo rende noto uno degli studi legali che ha seguito il ricorso alla giustizia amministrativa contro la riforma, ricorso che era stato bocciato dal Tar. Ora invece da parte dei giudici del Consiglio di Stato, con una doppia ordinanza, è stata anche sollevata la questione di legittimità costituzionale della legge approvata dal governo Renzi.

Referendum,Laffranco: già bocciate due riforme,ora tocca a Boschi

“Non c’è due senza tre. Prima è stata bocciata la riforma Madia, oggi il Consiglio di Stato ha bocciato
la riforma Renzi sulle banche popolari e domenica gli italiani bocceranno la riforma costituzionale”. Lo afferma in una nota il deputato di Forza Italia Pietro Laffranco.

“Renzi ha sbagliato su tutta la linea con una riforma delle popolari, che dovevano trasformarsi in Spa, per svendere il sudato risparmio dei territori ai grandi squali della finanza internazionale e ai fondi esteri – attacca l’esponente di Forza Italia -. Seguendo la strada tracciata da Jp Morgan e dalle altre banche d’affari. Noi ci siamo battuti in tutti i modi contro questa riforma e abbiamo cercato di difendere la nostra
Costituzione dall’attacco dei banchieri e della finanza internazionale che la vorrebbero prona ai loro esclusivi interessi. L’articolo 47 della Costituzione infatti tutela il risparmio e non andrebbe stracciato e massacrato con il bail in, così come non si può pensare di procedere ad espropri criminali ai danni di tantissime persone, anche anziane, truffate dal decreto salva banche”. “Il Consiglio di Stato ha messo un freno alla riforma delle popolari, gli italiani domenica dicano No alla riforma costituzionale e rifiutino la schiavitù finanziaria che ci vogliono imporre facendoci diventare maggiordomi dei banchieri” conclude.

SHARE