Anticontraffazione, sì al nuovo Piano Strategico 2017-2018

Anticontraffazione Piano Strategico

Il Piano si pone come modello di riferimento per tutti i soggetti coinvolti nel sistema anticontraffazione: ruolo centrale anche quello del Prefetto

L’anticontraffazione al centro dell’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico. Si sono infatti riuniti per discutere del tema, il Consiglio Nazionale Anticontraffazione sotto la Presidenza del Sottosegretario di Stato, senatore Antonio Gentile per approvare il nuovo Piano Strategico 2017-2018. 

Piano Strategico: un sistema organico di prevenzione e contrasto

Obiettivo primario del Piano la volontà di creare un sistema organico di prevenzione e contrasto della contraffazione. Si pone, inoltre, come modello di riferimento per tutti i soggetti coinvolti nel sistema anticontraffazione, unendo l’unitarietà delle azioni con il rispetto dell’autonomia operativa delle singole Amministrazioni, protagoniste dell’attuazione delle misure.

Il nuovo Piano anticontraffazione identifica i principali obiettivi delle politiche anticontraffazione mettendo a sistema gli strumenti operativi individuati per affrontare le nuove sfide poste dal mercato del falso. Bisogna ricordare l’esigenza di approfondire le conoscenze in materia di Proprietà Intellettuale da parte della Pubblica Amministrazione prevedendo a tal fine misure operative concrete.

Favorire le nuove generazioni 

La lotta alla contraffazione è un’ulteriore opportunità per favorire le giovani generazioni ad un approccio culturale nuovo, volto ad un consumo consapevole di prodotti legali. A questo fine, il Piano propone iniziative che puntano a stimolare la riflessione degli studenti con modalità particolarmente innovative, teatro, docu-film, laboratori, anche utilizzando il web.

Il ruolo del territorio nell’anticontraffazione

Il territorio ha un ruolo centrale nel contrasto alla contraffazione, soprattutto nel Piano anticontraffazione. Un riferimento importante è. infatti, la figura del Prefetto, catalizzatore delle azioni di tutti gli attori pubblici e privati, cui vengono forniti strumenti sempre più puntuali per rispondere alle specifiche caratteristiche di ciascun contesto locale.

E-commerce, un settore in crescita e a rischio contraffazione

La crescita sempre più avanzata del settore e-commerce , induce a interrogarsi su quali possano essere le misure da mettere in campo per contrastare il fenomeno di contraffazione anche sul web: da questo punto di vista, il Piano da una parte rilancia accordi su base volontaristica per l’eliminazione di prodotti falsi dalla rete, dall’altra propone azioni strategiche tese a migliorare la conoscenza da parte delle imprese delle opportunità che l’e-commerce offre e delle possibilità di difendere i propri asset intangibili.

Gaia Catalani

SHARE